4 ottobre 2012

I 10 momenti storici del passato in cui mi sarebbe piaciuto esserci.

A voi è mai successo di immaginare con occhi sognanti di poter essere in un preciso momento storico? Sicuramente sì! Non so perchè ma ultimamente sto molto in fissa con questa questione. Ci sono dei momenti del passato, non per forza storici alla fin fine, in cui sarei davvero voluto essere presente e viverli sul momento!

1. L'era dei dinosauri: dai, a chi non piacerebbe vederli davvero? Utopia, certo, e di sicuro non basta un Jurassic Park a placare un desiderio del genere. Immagino di poter vedere la maestosità di un brachiosaurus, provare paura di fronte al ruggito (ammesso che ruggisse) di un tirannosauro o ammirare l'immensa apertura alare di un questzacoatlus... Sarebbe fantastico!

2. Le piramidi egizie e la sfinge: mi piacerebbe essere lì, proprio nel momento in cui vengono costruite queste immense costruzioni. Osservare le tecniche, il lavoro e il progetto che pian piano prende corpo. Magari sotto un bell'ombrellone con una birra fresca in mano e con Cleopatra affianco... Okay ho mischiato un po' di elementi storici, ma la sostanza è quella! Ahahahah!

3. 331 A.C. - La battaglia di Gaugamela: uno spettacolo. Alessandro Magno è nel pieno delle sue conquiste e affronta in questo caso circa un milione di persiani con appena 30.000 uomini. Ammirare la tattica che Alessandro aveva studiato con i suoi ufficiali che veniva applicata sul campo... I clangori, le urla, lo scalpiccio e tutti i rumori di una guerra mastodontica... Bellissimo.

4. Roma: o meglio, lo splendore di Roma durante l'impero di Ottaviano. Roma ormai è la Caput Mundi e la sua magnificenza è al top grazie all'opera di rinnovamento dell'imperatore. Anche se posso frequentare alcuni di questi posti storici quando voglio, vorrei farlo a quel tempo, con l'aria di allora.

5. Il Medioevo: e non per essere generale, ma mi piacerebbe davvero vivere in tutto il periodo del medioevo. Sì okay, mi servirebbero circa 1000 anni, però penso che ne valga la pena. Non solo perché è un'età di transizione, in cui i principi antichi spesso cozzano con l'evoluzione, ma anche perché quel tempo è magico. I castelli, la caccia alle streghe, le Crociate, l'Inquisizione, la nascita dell'arte gotica, la peste, la guerra dei Cent'anni, l'Umanesimo, la scoperta dell'America... tutto. Vivere con maglie di ferro, con una spada costantemente al fianco e mangiare carne secca e bere birre scure dell'epoca... Sì, dovevo nascere in quel periodo.

6. Il 1455: volevo essere al fianco di Johannes Gutenberg, ad aiutarlo a creare la prima Bibbia (purtroppo era quella...) grazie alla sua nuova invenzione: i caratteri mobili. Anche come semplice battitore, anche se il compositore aveva più responsabilità e si divertiva di più, eheh!

7. 1600-1601: purtroppo non conoscendo la data precisa devo essere approssimativo. Mi sarebbe piaciuto essere al fianco di Michelangelo Merisi da Caravaggio, mentre si apprestava a dipingere uno dei suoi massimi quadri: Il martirio di San Matteo. Per me è il miglior pittore della storia, gusti personali, non ci posso fare niente... Pertanto essergli affianco in quel momento, e magari passargli anche i colori, sarebbe stato entusiasmante.

8. 1866-1869: siamo in Giappone. E' la fine dello shogunato Tokugawa e l'inizio dell'era Meji. Il Giappone entra nel processo di modernizzazione ed è la fine della classe samurai. Mi piacerebbe vivere questo intenso periodo di cambiamenti, vicino a quei pochi uomini che lottano per i loro princìpi bushido e per mantenere per sempre viva l'integrità e l'importanza del loro storico codice. 

9. 19 settembre 1985: si spegne a Siena uno dei più grandi scrittori italiani contemporanei: Italo Calvino. Mi sarebbe piaciuto essere lì, poco prima che spirasse a stringerli la mano e dirgli un semplice "grazie". E magari fare di tutto perchè sopravvivesse ancora, per poter seguire le sue conferenze, che avrebbe tenuto ad Harvard se non fosse morto, e che costituiranno quel libro che noi conosciamo come Lezioni Americane.

10. 1 marzo 1994 - Nove mesi prima: un uomo e una donna sono a letto (o su un divano, o al cinema, o dove diamine sono). Stanno per fare l'amore. Un rapporto che implicherà la nascita di un esserino che infangherà il concetto di arte in generale. Avrei voluto essere lì per obbligare quelle due persone a fare sesso in modo protetto, glielo avrei dato io il profilattico. O la pillola del giorno dopo. Tutto purchè evitassi a quel fottuto spermatozoo di raggiungere l'ovulo della donna che nove mesi dopo avrebbe concepito Justin Bieber.

Dr. Jekyll




8 commenti:

CervelloBacato ha detto...

Molte le condivido con te, soprattutto la costruzione delle piramidi bevendo na birra! Vedere come cavolo le han tirate su e svelare quell'alone di mistero sarebbe fantastico.
L'ultimo momento "storico" mi ha sconvolto ahahaha

Dr. Jekyll ha detto...

Ha sconvolto un pò tutti... Beh allora ricordami di invitarti a venire con me quando inventeranno la macchina del tempo!XD

CervelloBacato ha detto...

Fatta! Io porto le birre, tu pensa ai salatini!;)

Dr. Jekyll ha detto...

Occhio che a me piacciono le rosse doppio malto!;) e non dimentico nemmeno le salsiccione alla griglia!

all'aria ha detto...

ahahahah, tanta stima per l' ultima!

Dr. Jekyll ha detto...

Eh beh, tutti quelli che lo disdegnano sarebbero da stimare :)

Pier(ef)fect ha detto...

per le piramidi io ci sarei voluto essere! pure negli anni 30 per andare in un bar clandestino... per Justin Bieber ho una soluzione: cambio stazione radio xD

Dr. Jekyll ha detto...

Il problema si pone quando ti sbattono la sua faccia su ogni foto di facebook, sulle pubblicità che non puoi saltare di Youtube e tutto ciò che c'è su internet e anche nelle Feltrinelli :V

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...