10 dicembre 2012

Come uccidere Dr. Jekyll in un semplice modo: la goffaggine di Miss Hyde

La convivenza con la propria ragazza è molto bella, non ho niente da dire. Ci incastriamo bene, non ci stanchiamo l'uno dell'altra, ci aiutiamo e cose così insomma. Il problema è uno: quando la ragazza è goffa. Voi direte: ma come, sono così tenere le ragazze goffe! Verissimo, ed è una qualità che me la fa piacere ancora di più la mia Miss Hyde. Il punto è che va tutto bene, finché questa caratteristica non concorra al tuo omicidio.


Per farvi un paio di esempi. La mia pupetta riesce a rompere un vasetto di basilico, uscendo la lasagna dal freezer; riesce a sporcarsi di tzatziki il maglione (MIO) di lana che usa come vestaglia e se ne accorge dieci minuti dopo; mentre prepara, parla con me guardandomi negli occhi, reggendo un barattolo di olive praticamente di traverso, facendo traboccare tutta l'acqua; mentre si districa (parola grossa per una goffa) tra gli scaffali di un negozio riesce a far cadere due cose contemporaneamente, colpendole con la borsa; riesce persino a darmi le gomitate in faccia mentre dorme, anche se io sto all'angolino opposto del letto... giusto per fare qualche esempio, i più vicini a me nel tempo.

Capite quanto sia pericoloso convivere con questo demonio che si porta dentro? 

Ieri, poi, è successa una cosa che avrebbe potuto attentare seriamente alla mia vita. Non so come, è riuscita a far cadere il telefonino a terra, semplicemente stando ferma vicino al tavolo, non lo so, è un mistero, non chiedetemi come. Bene, cadendo, il telefonino ha mancato di mezzo centimetro un granello di polvere.

Un granello di polvere???

UN GRANELLO DI POLVERE?????

Voi non capite. Tutto quello che entra nel tornado Miss Hyde diventa un potenziale oggetto contundente! Se il cellulare avesse colpito quel granello di polvere, questo sarebbe schizzato via, colpendo il bicchiere che Miss Hyde aveva lasciato sull'orlo del suo comodino. Sicuramente sarebbe caduto, esplodendo in mille pezzi che sarebbero schizzati e conficcati nei miei stinchi, facendomi cadere a terra per il dolore, e riversando tutto il liquido a terra. Un coccio di vetro avrebbe reciso sicuramente un cavo dei due computer scatenando una scossa elettrica entrando a contatto con il contenuto del bicchiere versato a terra, e, ovviamente, poiché ero a terra e bagnato, me la sarei presa io quella scossa! Non solo, il cavo, guizzando di qua e di là, avrebbe sicuramente colpito e calciato una scarpetta di Miss Goffhyde, i cui 6 centimetri di tacco mi avrebbero sfregiato la faccia. Quella stessa scarpetta che avrebbe colpito il portapenne della mensola dall'altra parte della stanza, che contiene penne, taglierini e forbici. Non vi dico tutti questi oggetti dove si sarebbero andati a conficcare. A parte la gomma da cancellare che avrebbe colpito il piatto del lampadario che mi sarebbe caduto addosso, precisamente su Callisto ed Ernesto. Nell'impatto con i miei gioielli, giustamente, mi sarei alzato di scatto, colpendo con la testa la scrivania, su cui c'è lo specchio con cui si trucca, che ovviamente mi sarebbe caduto in testa spaccandosi in mille pezzi sul (anzi dentro) il mio cranio. L'urto del tavolo contro il muro, inoltre, avrebbe fatto cadere la candela dalla mensola a muro, che con le scosse elettriche si sarebbe accesa (sui miei vestiti) trasformandomi in una torcia umana. Cercando di spegnere le fiamme, avrei urtato il mobiletto bar (così lo chiamiamo noi, ci teniamo un po' di roba da mangiare) rovesciando il sale sulla mia carne viva, ormai escoriata. Urlante, mi sarei contorto, aggrappandomi all'armadio, che mi sarebbe caduto addosso. Nell'impatto il pavimento avrebbe ceduto, scaraventandomi al piano di sotto, dove il cane che gli inquilini non hanno mi sarebbe saltato addosso (con quelle unghiette lunghe e non tagliate) per giocare.

A quel punto mi sarei messo a piangere e la mia goffetta pupetta, affacciata al foro del pavimento, mi avrebbe domandato: "Ti sei fatto male?".


Sì, è proprio divertente convivere con la mia pupetta e la sua goffaggine!

Dr. Jekyll

P.S.: se un giorno non vi arrivassero più mie notizie, beh sapete cosa potrebbe essermi successo. In tal caso... vendicate la mia morte!XD

24 commenti:

Bhà ha detto...

Post molto interessante.
Attendo la replica Di Miss Hyde.
Con ansia XD

Dr. Jekyll ha detto...

Penso che appena torna da lavoro mi pesta XD

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

Tu, ragazzo, sei in pericolo. Delle donne con cui si ha il beneficio di convivere bisogna dire sempre cose stupende. E se non ve ne sono occorre inventarle :)

Bhà ha detto...

Non ti resta che sfruttare il vecchio trucco "non sono stato io"

Blackswan ha detto...

hai spiegato perfettamente l'"effetto farfalla" ;)

Cervello Bacato ha detto...

Ahahah temo per la tua incolumità! E anch'io sono curioso di vedere cosa risponderà la tua Miss a questo post xD

Dr. Jekyll ha detto...

Beh, non le faccio mancare nulla. Ma convivo con i suoi pregi e i suoi difetti in modo armonico... Se faccio un po' di ironia su un suo difettuccio cosa succederà mai?:D (e fu così che dr. Jekyll si trovò con un occhio gonfio)

Dr. Jekyll ha detto...

Non ci avevo pensato XD

Dr. Jekyll ha detto...

Prima vedremo come risponderà a me stesso XD ma mi vuole bene e non mi farà male... troppo male... XD

Dr. Jekyll ha detto...

Io ci provo, ma non credo che funzioni XD

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

fai il 118, vedrai che arriva qualcuno e tutto passa :)

Dr. Jekyll ha detto...

Preferisco esser preso a pugni dalla mia pupetta :O odio quegli operatori :V

kermitilrospo ha detto...

per me sei già morto.... mi mancherai.. prima o poi :D

Dr. Jekyll ha detto...

Tornerò a perseguitarti come fantasma buaaaah!XD

Miss Hyde ha detto...

Buonasera a tutti, cari lettori,
Mi duole annunciarvi la dipartita del nostro caro Dr. Jekyll.
Era tanto preso dal rispondere ai vostri commenti quando un tasto è partito via dalla tastiera, andandosi a schiantare direttamente al centro della fronte del dottore. Sbilanciato dal colpo è caduto dalla sedia, andando a battere la nuca contro il pavimento. La botta ha rotto una mattonella, i cui pezzi si sono sparsi per la stanza. Inciampando in uno di questi Miss Hyde è finita sul corpo inerte, portando con se anche la scrivania a cui tentava invano di mantenersi, e ovviamente tutto ciò che c'era sopra. Inutile parlare di vari ed eventuali oggetti contundenti.
Così andò Dr. Jekyll, pace all'anima sua.

Ps: ovviamente il tasto non è partito per caso. La rabbia, si narra, di una certa Miss...

Bhà ha detto...

911! 911!!!!

Cervello Bacato ha detto...

Ok! Miss Hyde l'ha presa bene xD

Bhà ha detto...

Il vero amore perdona tutto

Miss Hyde ha detto...

Si! l'ho presa benissimo! ed infatti, ho perdonato... no?

writer ha detto...

HO il sospetto che tu stia esagerando...

Dr. Jekyll ha detto...

Chi dei due?XD

Phiiiibi. ha detto...

Ahimè da quando sto con il mio ragazzo anche io sono diventata goffa :c il perché sinceramente non lo so :CCC

Dr. Jekyll ha detto...

Benvenuta! E grazie per il commento!:) probabilmente perché fate molto affidamento su di noi, e non è un male :)

Miss Hyde ha detto...

Quella... è la testa fra le nuvole :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...