12 dicembre 2013

La pizza di Roma

NOTA: appena pubblicato questo post, un simpatico utente anonimo ha cominciato a scrivere commenti molto simpatici e offensivi. Ora, come ho scritto nel post, questo è un mio sfogo personale. Questo è il mio blog dove io posso scrivere ciò che voglio e inoltre non costringo la lettura dello stesso a nessuno. Poiché io non insulto e né ho insultato nessuno in questo post, non è corretto che dall'altra parte, invece, ci si comporti così. Tutto ciò che ho scritto è basato su mie reali esperienze, o non avrei avuto motivo di scriverlo.
Inoltre alla seconda riga del post, c'è una frase CON LE DOVUTE ECCEZIONI. Ora, questo comporta che non ne ho fatto di tutta un'erba un fascio, ma ho criticato queste pizzerie con cui ho avuto a che fare.
Se mi va di parlare di qualcosa con tranquillità non vedo perché debbano partire insulti. Sono per la libertà di parola, ma siccome, come sanno tutti i lettori affezionati, questo piccolo blog è un blog tranquillo e sereno, in cui si scambiano opinioni con rispetto e amicizia, mi sono visto costretto ad eliminare la possibilità dei commenti aperti, contravvenendo al principio di cui sopra. Pertanto perdonatemi e buona lettura.

ATTENZIONE: questo post è uno sfogo personale, si consiglia alle persone debole di stomaco (eheh, questo termine ci sta!XD) di continuare comunque a leggere questo post.

Già un assaggio (e sono due!XD) ve l'aveva dato Miss Hyde con il post sulla Pizzamania da Lambo. Resta il fatto che, con le dovute eccezioni, la pizza a Roma non la sanno proprio fare. No.
Io e Miss Hyde siamo in crisi. Non sappiamo proprio dove sbattere la testa per trovare qualcuno che faccia una pizza che si possa davvero chiamare così. Voglio dire, non devo essere costretto per forza ad andare a Eataly o in qualche pizzeria chic o rinomata, spendendo fior di quattrini, per mangiare una pizza gustosa. 
Già abbandonammo il "nostro pizzaiolo di fiducia" perché ad un certo punto iniziò a metterci mozzarella vecchia sulle pizze che ordinavamo. E cazzo, vengo sempre da te e tu mi tratti così? Ma allora sei proprio scemo. 
Provammo un'altra pizzeria vicino casa, gestita da italiani (perché trovarne uno italiano in questa zona è oro) ma l'impasto aveva qualcosa che non andava perché tutte e due le volte che la prendemmo da lì ci siamo sentiti male. 
Proviamo quella a domicilio. Va be', una di queste era Pizzamania da Lambo. Poi ci sono state altre, molte altre pizzerie (se così si possono definire) da cui abbiamo ordinato... merde. Sì, merde. 
Una aveva l'impasto doppio lavorato a mano blablabla che praticamente al centro era crudo. 
L'altra ci ha portato praticamente due pizze che sembravano quelle surgelate. 
Un'altra ancora delle pizze così gommose che sembravano Big Bubbles. 
Un'altra una pizza con tutti gli ingredienti crostificati. 
Un'altra che ci ha portato delle pizze con un'impasto duro, ma non croccante, proprio duro, come se stessi addentando del pane vecchio di un paio di giorni. 
Poi ancora abbiamo avuto una pizza presunta napoletana ma il cui condimento era mera salsa di bottiglia e mozzarella buttata qua e là, di quelle sottomarca. Almeno mettici il basilico se la vuoi spacciare proprio per napoletana. 
Al che dico, va be', proviamo dal nuovo panificio-pizzeria-bar che hanno aperto, visto che l'aspetto delle pizze è invitante. Non l'avessimo mai fatto. Una pizza che sembrava avessero staccato il disco del Discobolo e l'avessero condito. 


Proviamo da quegli italiani che stanno in quella stradina dispersa e anonima. La pizza all'inizio era buona, l'impasto sembrava buono e poi... ha iniziato a raffreddarsi e praticamente era da buttare. 
E così via, ragazzi. E' da più di un anno a questa parte che non riusciamo a trovare qualcuno che faccia una pizza accettabile, a parte la pizzeria all'angolo di casa che però non fa da asporto e di pagare il coperto ogni volta, quando magari vorremmo mangiare a casa di fronte ad un film, non è che ci vada sempre a genio, eh. E non mi va nemmeno di ordinarla dai cinesi, non per altro, ma non vorrei trovarmi qualche nuvoletta di gambero al posto della mozzarella. E nemmeno voglio prenderla da quell'italiano ebete che non fa servizio a domicilio, eppure quelle poche volte che ci sono andato mi diceva di aspettare tre quarti d'ora anche se praticamente non c'era nessuno e il pizzaiolo stava giocando con lo smartphone.

Che è 'sta roba?

La cosa che dà fastidio, ma veramente fastidio, è che queste care "pizzerie" si permettono di vendere queste emerite schifezze, anzi, scusatemi, merde!, a prezzi assurdi. Dai 4 ai 6 euro una margherita. Ma stiamo fuori! Prima di imporre dei prezzi così vergognosi per un prodotto più che vergognoso, care pizzerie, fate un giro al sud Italia. Dove una margherita, di quelle fatte bene, UNA PIZZA VERA (visto che la dea pizza è napoletana, tanto di cappello, perciò), con ingredienti freschi e la cui preparazione è arte, costa dai 2 euro ai 3,50 euro. Dopodiché andatevi a nascondere con la testa sotto terra, possibilmente in un punto dove c'è del letame, e dopo qualche annetto ne riparliamo. Sì, sono cattivo. Perché mi indigna questo fatto. Non sai fare la pizza e osi venderla anche a 5 euro. Con che coraggio ti permetti di farlo? No, non mi sta bene. 

Questa è pizza.

Non faccio questo discorso perché io provengo proprio dal sud, dove la pizza la sanno fare, ripeto. Ma qualsiasi persona si accorgerebbe dello schifo che combinano qui a Roma. A meno che ormai non si è rassegnati e ci si accontenta. E, per carità, io mi accontento anche di una pizza di bontà media. Ma non mi accontento di chi spaccia per pizza mezzo chilo di farina e acqua mischiato a cazzo con salsa e mozzarella a 4-5-6 euro.
E no cazzo! E mi passa la voglia di pizza!
Spero di rifarmi tra un paio di settimane quando scenderò in Puglia per le vacanze di Natale.

Dr. Jekyll

14 commenti:

Cristina ha detto...

Eh. Hai ragione.
Noi sotto casa abbiamo un panificio che fa una pizza, secondo me, buonissima. Solo che ultimamente ha perso colpi.
Però quella imbottita (tipo una pizza chiusa in due, super condita) gli riesce ancora bene xD

dario ha detto...

Mh... io son lombardo, ne'!
Che quindi dovrei starmene zitto in materia. Pero' la pizza mi piace, quindi mi permetto....

Qui da me, sui monti del Manzoni, le pizze le fanno mediamente piu' buone nei paesini montani piuttosto che in citta' (Lecco che e' qui vicino, ma anche Milano, Bergamo, Como....), anche se la pizza non e' esattamente un piatto tipico alpino.
Semplicemente credo che il problema sia che in citta' ci sono delle restrizioni sui forni a legna, che invece nei paesini (specie se montani) non esistono. Di conseguenza le pizzerie di citta' fanno le pizze con il forno elettrico (o a gas).

Che sia lo stesso a Roma?

MikiMoz ha detto...

Avresti dovuto lasciare i commenti di flame, almeno elettrizzavi l'aria! XD

Moz-

Persefone ha detto...

Io sotto casa ho la tipica "bella Napoli" buona, di un buonoooo!!!
Son fortunata :-) andiamo spesso anche se fa pure da asporto.. Tu pensa che il cameriere sa già che pizza vogliamo e persino cosa prendiamo da bere!!!

CervelloBacato ha detto...

Beh margherite da 2 a 3,5 euro me le sogno, ma pure le marinare xD Qui sono fortunato comunque, ho un paio di pizzerie niente male, anche se rispetto alle napoletane non c'è storia. Anzi, non è che siano meno buone qui, è che son proprio diverse..

The Mist ha detto...

Io quoto Miki Mouse, qua sopra!

Rivogliamo il flame, poi tiro fuori Norma che in tal situazioni ci sguazza come un anatroccolo nello stagno! :P

Riguardo le pizze che dire, il mio pizzaiolo di fiducia è un magrebino, e la sua pizza è ottima. Ma da noi i prezzi sono decisamente spropositati. Una margherita va dai 5,50 in su -.-

kermitilrospo ha detto...

mio figlio quando andò a napoli in gita scolastica ha mangiato, a suo dire, la pizza più buona del mondo, solamente che gliela fecero pagare 4 euro....... 1 fetta !!!!!!!!!!

li saran bravi a far la pizza ma sono anche nu poco mariuoli!

NB: quassù se trovi una pizzeria che fa la margherita a 5 euro vuol dire che si spende poco!!

Dr. Jekyll ha detto...

@Cristina: Quella imbottita ancora non l'ho assaggiata, ho l'acquolina in bocca a prima mattina XD
@Dario: Forno a legna o meno, se gli ingredienti che metti fanno schifo o la impasti male, sempre orrenda esce :O
@MikiMoz: Preferisco che si mantenga un'aria pacifica e non volgare qui ;)
@Persefone: Invidia allo stato puro XD
@CervelloBacato: diverse? In che senso?
@TheMist: bentornata :D a nord ancora non ho mangiato una pizza, quindi non saprei se il prezzo vale la qualità. Fatto sta che comunque sono sempre un po' troppi 5 euro per una margherita.
@Kermitilrospo: Strano sai? Ricordo che quando andai io non la pagai niente. Soprattutto nei paesini di provincia poi si paga ancora meno. Oddio, questo una decina di anni fa. Però ho amici che ci vanno spesso e mi dicono che i prezzi sono molto bassi.

cooksappe ha detto...

sì ma che fame!

Dr. Jekyll ha detto...

@Cooksappe: Beato/a te, a me la fame me la fanno passare ormai queste pizze...

Garbo ha detto...

Sono d'accordo con te, a Roma non ho mangiato una buona pizza, ma non è l'unica città d'Italia dove questo succede, forse in città così grandi del centro-nord la buona pizza la mangiano solo i residenti, chi conosce la città palmo per palmo ... o nemmeno loro.
Però devo constatare che tu ci sei andato pesante con le critiche e in un caso hai citato anche il locale e sembri basare la tua critica fondamentalmente sulla pizza da asporto, che anche al sud (pur costando meno che altrove) è di qualità inferiore a quella che mangi in pizzeria ... se non altro perché è calda.
Ciao

Dr. Jekyll ha detto...

@Garbo: Ciao garbo, benvenuto. Mi spiace che forse il primo post che leggi del nostro blog sia quello in cui ci sono andato per la prima volta pesante. Come hai detto le critiche sono molto pesanti, sì. Forse perché da un anno a questa parte sono anche stufo di trovarmi con prodotti del genere, di scarsa qualità a prezzi troppo alti rispetto a quello che valgono. Purtroppo è capitato che abbiamo mangiato pizze davvero brutte anche in loco e non solo da asporto. Alla fine sai com'è, accumuli accumuli accumuli e poi esplodi.
In ogni caso io ho parlato di Roma, perché nelle altre città grandi ho mangiato troppe poche volte la pizza, quindi non voglio esprimermi in merito.
Riguardo il fatto che ne ho citata una è perché si è trattato di una vera e propria truffa.
Grazie per il commento, e a presto!

Marco Grande Arbitro Giorgio ha detto...

Sono questi i post migliori
Ti fanno vedere cose anche se non ci sei mai stato.

Personalmente, non ho mai mangiato una pizza a Roma: sempre un kebab o Mcdonald.

Dr. Jekyll ha detto...

@Grande Arbitro: Ahahah! Addirittura questo tra i post migliori? E io che pensavo di cancellarlo visto che la gente sembra essere suscettibile alla verità :O

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...