10 luglio 2012

Dio esiste, risiede nel panificio di Via Tempesta

Ebbene io non sono credente. Probabilmente sono stato anche eretico, tempo fa. Ma il non credere è stato il mio credo. Eppure... ho scoperto che dio esiste (non mi riferisco a nessun dio in particolare di quelli già propugnati). Ieri sono andato in un panificio-salumeria in Via Tempesta, vicino casa mia a Roma, e lì ho avuto il mio incontro col divino. Non ho versato 8x1000 o offerte-rapine varie... semplicemente 80 centesimi di euro. E mi sono portato quel dio a casa. Aveva più o meno le fattezze che trovate nella foto qui sotto.


Ebbene sì. Era una ciabatta da circa 200 grammi. E sapete perchè ritengo che sia dio? Perchè era dura, talmente dura, ma così turgida, possente, resistente, SIFFREDAMENTE DURA, da poter fare tutto ciò che tutti gli dei predicati da tutte le religioni messi insieme non potrebbero. Ora, non so come sia il pane in altri posti di Italia, in altri posti di Roma. Quello che so per certo è che in Puglia, in qualsiasi posto in cui ti rechi ti danno del pane decente, morbido-croccante al punto giusto, con tanta soffice mollica gustosa e quella spolverata di farina che ti fa venire l'acquolina in bocca solo a sentirne l'odore. Invece da quando sono a Roma niente. Nessuna traccia di un panificio che sfornasse qualcosa di anche lontanamente simile a... pane! La maggior parte sono senza mollica, e se c'è, è poca e sa di plastica. Ed è sempre duro. Ma questa ciabatta di ieri è stata fenomentale... Appena ho iniziato (ahimè) a mangiarla, con un paio di buone fette di fesa di tacchino e due-tre di scamorza affumicata pervenutami direttamente dalla Puglia, ho realizzato che quella ciabatta avrebbe potuto essere:

- il ponte di Messina
- la scorza di un drago
- un giubbotto antiproiettile
- un Nokia 3310 (e qui crolla un tanto caro meme, bwahahahah!)
- il materiale da usare al posto dell'adamantio di Wolverine
- la Barriera contro i bruti e gli Estranei (vedi Le cronache del ghiaccio e del fuoco)
- l'iceberg che affondò il Titanic
- una resistente protezione contro ordigni nucleari
- un qualche giochetto erotico per il film porno di Sara Tommasi
- il materiale di una katana
- lo skateboard indistruttibile che ogni skater squattrinato vorrebbe
- l'anello di Sauron
- uno schermo decente per l'Iphone
- l'incudine che avrebbe potuto uccidere davvero Willy il Coyote
- la pressa con cui schiaccerei quella testa vuota della nostra coinquilina
- il meteorite che potrebbe eliminare tutti i politici italiani
- il bunker in cui rifugiarsi in caso di attacco alieno
- le chitarre di tante false rock-stars che si divertono a romperle a fine concerto
- il gel che tutti i truzzi vorrebbero

Il tutto è durato pochi minuti. Fino a quando ho scoperto che ci sono altri dei, più potenti, in cui credere: i miei denti.

Dr. Jekyll



8 commenti:

Marcello Ciaccia ha detto...

ahahahahahah
Allora quando verrò a Roma, ti porterò una bella pagnottona di quelle calde calde e croccanti con un bella mozzarella dentro che fila!

Giulia Nirv ha detto...

ahahahahahahahahahahah questa mi è piaciutaaaa ahahahah

Miss Hyde ha detto...

Marcello, ti obbligo a portarla ora! E, visto che ho il desiderio da un po', anche dei gnummaridd, grazie!

Marcello Ciaccia ha detto...

Sono già in viaggio!

Federico Russo "Taotor" ha detto...

SIFFREDAMENTE DURA, lol! 80 cents per una tale arma mi sembra proprio un affare! :D
Mi sorprende che a Roma non facciano pane come si deve. Voglio dire, ogni volta che ci sono andato ho gustato porchette coi controcavoli in panini più che decenti. E tutto sommato, la cucina romana non credo sia paragonabile alla (a mio avviso più che mediocre) cucina abruzzese, sigh. -.-' Ritieniti fortunato!

Dr. Jekyll ha detto...

Ma guarda, sicuramente da qualche parte c'è qualcuno che lo fa decentemente... Ma ti posso assicurare che di così duro nessuno al mondo riesce a farlo come quel panificio. Comunque la cucina è ottima, quello sì... Chissà magari un giorno andremo a pranzo insieme :D Ehi, non ti unisci ai lettori?:D

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Fatto!
Purtroppo con gli aggiornamenti feed non mi ci raccapezzo, non è da me usare Google Reader - me ne dimentico proprio >.< -, di solito preferisco visitare manualmente i siti che leggo, senza ricevere gli update.

Dr. Jekyll ha detto...

Vabbè dai prendila come una forma di supporto reciproco :D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...