6 luglio 2012

The Woman in Black

Titolo originale: The woman in black
Anno: 2012
Regia: James Watkins
Soggetto: Susan Hill
Sceneggiatura: Susan Hill, Jane Goldman
Distribuzione: Videa Cde
Doppiaggio:  Technicolor









Ordunque, il periodo pieno di impegni continua, e quindi c'è poco tempo per scrivere. Ma voglio comunque buttare lì due righe sul film in questione. Da dove iniziare? Mmm... Okay, dovrebbe essere un horror, tratto dal romanzo di Susan Hill. Fin qui ci siamo. Cosa importante: il protagonista è Harry Pot... Daniel Radcliffe, pardon. Non mi ricordo dove, lessi che con questo film Harry Daniel avrebbe voluto svincolarsi dal ruolo di Harry Potter (ora ci sta, eh!) che tutti ancora gli attribuiscono quando si parla di lui. Mi spiace dirlo, ma ci vorrà del tempo per questo. Infatti durante la visione del film è difficile non pensare "fai quel fottuto Lumos!" quando improvvisamente si trova al buio. D'altra parte non è verosimile nel ruolo di uomo sposato e padre di un figlio, troppo, troppo giovane e questo è un dettaglio che riconduce inevitabilmente al maghetto. Tuttavia Daniel dà un'ottima prova di recitazione, nulla da dire. Forse un pò troppo inespressivo, sarà per i suoi lineamenti, ma tutto sommato ci sa fare, tanto di cappello. 
Parlando più in generale del film, purtroppo non è niente di che. Un horror che non fa paura, i cui unici momenti di spavento e terrore si hanno quando nel silenzio più assoluto salta fuori qualcosa accompagnata dal solito effetto sonoro improvviso e a volume decisamente più alto di tutto il resto. La trama è un pò piatta, difficile che colpisca anche i fan dell'horror più esaltati. Inoltre è molto, moooolto prolissa. Succede troppo poco, per buona parte del film, e infatti dopo un pò ci si inizia a stancare, muovendo qua e là il culetto inzaccherato di sudore (con 'sto caldo!) sul divano. Belli i paesaggi, le atmosfere e le riprese con i giochi di ombra-luce. Carino anche il finale, e il sottile gioco di parallelismo tra realtà e un altro mondo (non spoilero). Ma purtroppo non incide, anche se merita comunque una visione per farsi un idea di ciò che Harry Daniel sta combinando nel post-Harry Potter. 
Una nota. Alla fine quando è faccia a faccia con il cattivo (non è spoiler, mi sembra più che normale che un faccia a faccia con un cattivo ci sia dovuto stare) è difficile non immaginarsi che Daniel (evvai, alla fine ci sono riuscito!) lo faccia fuori con un "AVADA KEDAVRA!". 

Dr. Jekyll

5 commenti:

Giulia Nirv ha detto...

Anche io ho visto il film quando è uscito nei cinema..l'ho trovato talmente insignificante che non ricordo neanche di che parla esattamente xD Penso che Daniel non sia un bravo attore.é assolutamente inespressivo e penso che,purtroppo o per fortuna per lui,rimarrà sempre legato al ruolo di Harry Potter.

Giulia Nirv ha detto...

P.S:provate a vedere Insidious

Dr. Jekyll ha detto...

L'inespressività è ciò che lo frega ma comunque, ho visto qualche scena in lingua madre e ci sa fare. Metto il film nella lista!
Ps. Non dirmi che Nirv sta per Nirvana ti prego i.i

Miss Hyde ha detto...

Oooh tiptoe...

Giulia Nirv ha detto...

Si sta per Nirvana ahahah storia lunga xD comunque si sa che il doppiaggio italiano non è sempre dei migliori..molto meglio la lingua originale!:)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...