13 ottobre 2012

Joker: L'avvocato del diavolo

L'ho inseguito per un mesetto abbondante questo fumetto, ma alla fine l'ho trovato! E a buon prezzo! Devo dire che mi è piaciuto, ovviamente... alla fine Joker è una garanzia, diciamocelo. L'albo del 1997, parla di un complotto ai danni del re del crimine di Gotham, che finisce a Blackgate, pronto per l'esecuzione.
In sostanza, Joker è accusato di aver avvelenato una serie di francobolli da collezione, in modo che, una volta slinguazzato uno di essi, si morisse ridendo come pazzi. Joker, catturato e processato, si trova in procinto di esser giustiziato, ma il Cavaliere Oscuro intuisce che non è opera sua e tenterà di venire a capo del mistero, prima che Joker venga innocentemente ucciso. E' una corsa contro il tempo. Il ritmo della narrazione è alto, e l'indole folle di Joker ben si confà alle linee narrative. E' un Joker al 100 %, che rifiuterà persino di aiutare Batman che sta cercando di salvare la sua stessa vita. Un Batman che non ascolterà chi gli dirà di non curarsi della fine del Joker, poichè, per tutto il male che ha sempre fatto, sarebbe una liberazione. Un Batman , però, che si concentrerà al massimo per risolvere il caso e per seguire i suoi ideali di giustizia. 
E' una storia che si svolge attraverso i nodi psicologici del Joker, che svia, che mette alla prova anche le nostre supposizioni. L'unica stonatura è Robin. Sì, un pò per il solito fatto che io sono un anti-Robin e un pro-Batman-solitario. Ma più che altro perchè si tratta di una storia in cui Robin c'entra poco e niente, nel senso che avrebbe potuto fare tutto Batman, senza questo bamboccio al cui posto sarebbe stata più gradita una presenza più attiva di Alfred. Però, vabbè, pazienza. E' un bel fumetto, reso alla grande anche dai disegni e i dialoghi perfettemente inquadrati, senza battute idiote, o frasi superflue.
Ve lo consiglio se vi piace la nemesi di Batman, perchè qui lo troverete in tutta la sua lunaticità, in tutta la sua astuzia, in tutta la sua perversione e sadicità... perchè Joker è, per citare lui stesso, "l'Einstein del crimine"!

Dr. Jekyll

4 commenti:

Cervello Bacato ha detto...

Se hai faticato tu a trovarlo chissà che salti mortali dovrò fare io, che abito in 'sti paesini del cavolo dove non trovi una fumetteria neanche a pagarla oro! Vabè, sembra interessante comunque ;D Magari da internet me lo accatto :)

Dr. Jekyll ha detto...

Eh sì, ormai solo da internet riesci a trovare queste rarità... Anche se non riesco a trovare The Killing Joke :(

Mo_Lu ha detto...

grazie per la segnalazione!

Dr. Jekyll ha detto...

Di nulla! Grazie a te!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...